8 mesi oggi, e più o meno proprio a quest’ora. È stato un altro mese intenso per ciò che ti riguarda, per la forza che continui a sprigionare.

Innanzitutto il Comune di Milano ha deciso di darti l’Ambrogino d’oro alla memoria: è arrivata la comunicazione formale del Sindaco Sala e il 7 dicembre andremo a ritirarlo. Sarà davvero emozionante. E straziante al contempo.

Chissà cosa ne avresti detto tu… Trovo molto bello che la città dove vivevamo assieme abbia deciso di ricordarti così: con un murale in un luogo di passaggio e con la massima riconoscenza cittadina.

Ah, il murale è una tappa obbligata per le tante persone che ti volevano bene o che hanno cominciato a volertene quando hanno scoperto la tua vicenda. A breve metteremo lì accanto un QR Code che racconti la tua storia (e che aiuti la raccolta fondi di Airc #graziefraintesa che non si è mai fermata).

Al murale mi trovo spesso con Lucia (Ceriani). Sta realizzando un documentario su di te che verrà presentato il 10 febbraio, nel giorno del tuo compleanno. Sapendo chi è, il cuore e la passione che ha e pensando a come ha realizzato il tuo video per il viaggio intorno al mondo, non ho dubbi che sarà qualcosa di meraviglioso. Come eri tu.

Le vendite del libro proseguono bene. Vedo su IG tanti che postano la foto della copertina. Le due presentazioni sono state belle. Sia all’Umanitaria di Milano col tuo amico viaggiatore Luigi Farrauto, sia a Parre con i colleghi bergamaschi c’era tanta gente e tanta attenzione verso di te (ps: sono tornato a mangiare gli scarpinocc che tanto ci erano piaciuti…). Ci saranno a breve altre due iniziative: a Scanzorosciate il 10 e a Vimodrone il 15 dicembre.

I gatti stanno bene. Sono spesso fuori e quindi sembrano ancora più voluminosi. Obi dorme sopra di me e Yoda mi sveglia ciucciandomi la manica del pigiama come faceva con te. Fanno tanta compagnia, in una casa per il resto molto vuota.

La Dea continua a vincere ma quando torno a casa di notte non trovo ad accogliermi i tuoi dolcissimi bigliettini. Mi metto allora, prima di addormentarmi (e di scrivere le #3cosebelle ) a guardare Upas, come facevamo assieme.

Manchi.