Barricate, sassi e molotov intorno allo stadio della Dinamo. Un paese sempre più diviso in due.
Ad maiora